Home Dal mondo Borse in verde dopo nuovo record di Wall Street

Borse in verde dopo nuovo record di Wall Street

54

Avvio in positivo per i principali listini del Vecchio Continente, con gli investitori che guardano al dato sull’inflazione Usa, lievemente superiore alle attese. Poco mosso il prezzo del gas e del petrolio

 

Le Borse europee iniziano la giornata sopra la parità, all’indomani dell’inflazione Usa che è cresciuta più delle attese: a Milano il Ftse Mib apre a +0,16%, il Dax di Francoforte a +0,22%, il Cac 40 di Parigi a +0,22%, l’Ibex 35 di Madrid a +0,57% e il Ftse 100 di Londra a +0,10%.

L’aumento dei prezzi al consumo a febbraio (+3,2%) negli Usa non ha rallentato Wall Street che ieri ha terminato un’altra sessione da record per l’indice S&P 500. L’inflazione non sembra influire sui piani di allentamento monetario della Fed, che dovrebbe intervenire con un primo taglio dei tassi di interesse a luglio.

L’attenzione oggi è concentrata sulla produzione industriale dell’Eurozona, mentre in Italia sono attesi i numeri sul mercato del lavoro. Spostandoci nel Regno Unito, il Pil a gennaio ha messo a segno un lieve incremento (+0,2%) con un calo dello 0,3% su base annua.

Sul versante valutario, poco mosso il cambio euro/dollaro a 1,093. Debole il prezzo del petrolio, con il Brent scadenza maggio che tratta a 82,47 dollari al barile (+0,7%), mentre il Wti scadenza aprile scambia a 78,12 dollari al barile. Sotto quota 25 euro il prezzo del gas, che ad Amsterdam tratta a 24,8 euro al megawattora. Lo spread apre in ribasso a 126 punti base, ai minimi dal 2021, con il rendimento del decennale italiano al 3,5%.

 

 

Fonte:www.financialounge.com