Home Dal mondo RBC BlueBay AM spiega perché il credito investment grade europeo è tornato...

RBC BlueBay AM spiega perché il credito investment grade europeo è tornato attraente

62

La geopolitica è il rischio maggiore perché è molto difficile da prevedere e ha inoltre il potenziale per condizionare l’inflazione: resta comunque possibile ricavare buoni rendimenti adeguati al rischio per tutto il 2024

 

Dopo un 2022 disastroso per i mercati obbligazionari e un 2023 che si è concluso in territorio positivo solo grazie agli ultimi due mesi, quest’anno la volatilità dei tassi si è attenuata. L’interesse per il reddito fisso è cresciuto grazie anche ai messaggi dei policymaker delle banche centrali secondo cui i tassi hanno raggiunto il picco e potrebbero muoversi leggermente verso il basso.

Secondo BlueBay, i tassi core rappresentano un fattore determinante per prevedere i rendimenti complessivi delle obbligazioni investment grade, ma anche il premio derivante dallo spread aggiunge appeal all’asset class.

Gli spread creditizi delle società europee sono relativamente interessanti e superano i 130 punti base (pb): basti pensare che, negli ultimi cinque anni, sono stati più ampi di 130 pb soltanto nel 30% dei casi.

L’offerta di nuove obbligazioni societarie è stata significativamente inferiore dopo il 2020, quando si è assistito a un massiccio aumento dell’offerta di circa 400 miliardi di euro.

La geopolitica è il rischio maggiore all’orizzonte, anche perché è molto difficile da prevedere e ha anche il potenziale per condizionare l’inflazione. I costi di spedizione hanno già iniziato ad aumentare con la crisi del Mar Rosso e questo ha un impatto diretto sull’Europa. Se le tariffe di spedizione raddoppiassero o triplicassero nuovamente, l’inflazione potrebbe ripartire. La capacità della BCE di tagliare i tassi se l’inflazione permane su questi livelli, o addirittura si muove al rialzo, diventerebbe sempre più problematica.

 

 

Fonte:www.financialounge.com