Home Dal mondo L’Opec+ estende i tagli fino a giugno ma il prezzo del petrolio...

L’Opec+ estende i tagli fino a giugno ma il prezzo del petrolio rimane stabile

14
Silhouette of an oilfield derrick industrial machine for drilling at sunset background vector illustration

Il prezzo del petrolio sotto i riflettori dopo la decisione presa nel fine settimana dall’Opec+

 

Alle 9.15 di questa mattina, il Brent Future Petrolio Brent è in rialzo dello 0,11% a 83,61 dollari per barile mentre il Wti Future Petrolio Greggio WTI si aggira intorno alla parità al di sotto degli 80 dollari al barile.

Ieri alcuni delegati dell’associazione che riunisce i Paesi produttori di petrolio hanno rivelato alla stampa la decisione di estendere i tagli fino alla metà del 2024.

La riduzione di greggio sarà pari a circa 2 milioni di barili al giorno. Sarà la capofila del gruppo, L’Arabia Saudita a garantire la metà delle limitazioni.

La Russia, da parte sua, ridurrà la produzione di petrolio di quasi mezzo milione di barili al giorno nel secondo trimestre del 2024. Ad annunciarlo è stato il vice primo ministro Alexander Novak.

La mossa, prevista dai mercati, servirà a evitare il surplus di offerta globale e a sostenere i prezzi. Secondo Fitch Ratings, l’Arabia Saudita avrebbe bisogno di portare il prezzo oltre i 90 dollari al barile per sostenere la trasformazione urbanistica ed economica delle sue città. La Russia, invece, è alla ricerca di fondi per sostenere la guerra in Ucraina.

 

 

Fonte:www.investing.com