Home Dal mondo Europa cauta, la Borsa di Tokyo aggiorna record

Europa cauta, la Borsa di Tokyo aggiorna record

58

Avvio prudente per i principali listini del Vecchio Continente, con gli investitori che aspettano indicazioni da parte della Bce sui prossimi tagli dei tassi. Attesa per l’inflazione dell’Eurozona

 

Le Borse europee iniziano la settimana caute, con i futures di Wall Street deboli. A Milano il Ftse Mib dopo i primi minuti di contrattazioni segna +0,02%, il Dax di Francoforte -0,12%, il Cac 40 di Parigi -0,20%, l’Ibex 35 di Madrid -0,03% e il Ftse 100 di Londra -0,13%.

Dopo tre giorni di chiusura, la Borsa di Tokyo continua i rialzi e aggiorna i record. L’indice Nikkei archivia la seduta a +0,35%, a 39.233,71 punti, toccando così un nuovo massimo dopo aver superato giovedì scorso i precedenti record storici. A sostenere l’indice nipponico anche i guadagni di Wall Street alla fine della scorsa settimana.

L’attenzione degli investitori è sull’intervento della presidente della Bce, Christine Lagarde, in programma per le 17 di oggi, al Parlamento europeo. Attesa anche per i dati sull’inflazione in Europa e negli Stati Uniti: l’indice Pce sulle spese personali Usa di gennaio sarà pubblicato giovedì, mentre i numeri dei prezzi al consumo in febbraio nell’Eurozona sono attesi per venerdì.

Sul versante valutario, l’euro consolida la posizione e scambia a 1,0832 dollari. In ribasso il prezzo del petrolio, con Wti scadenza aprile che tratta a 76,22 dollari al barile (-0,35%), mentre il Brent di pari scadenza scende dello 0,17%, a 81,48 dollari al barile. Sale a 23,6 euro al megawattora il prezzo del gas naturale sulla piattaforma di Amsterdam (+2,8%). Lo spread apre poco mosso a 142 punti base, con il rendimento del decennale del Tesoro che scende al 3,72%.

 

 

Fonte:www.financialounge.com