Home Dal mondo Istat, l’inflazione in Italia sale al +0,8% a gennaio 2024

Istat, l’inflazione in Italia sale al +0,8% a gennaio 2024

35

A rilevarlo è l’Istat che conferma così la stima preliminare pubblicata a inizio febbraio

 

A gennaio 2024 l’inflazione ha registrato un aumento dello 0,3% su base mensile (dal +0,2% di dicembre) e dello 0,8% su base annua dal +0,6% del mese precedente.

L’accelerazione su base annuale dell’inflazione è dovuta principalmente alla dinamica dei prezzi dei servizi relativi ai trasporti (da +3,7% a +4,2%) e dei beni alimentari non lavorati (da +7,0% a +7,5%) e all’attenuarsi della flessione dei prezzi dei beni energetici regolamentati (da -41,6% a -20,6%). Per contro, il maggiore contributo al contenimento dell’inflazione si deve al rallentamento dei prezzi dei Servizi relativi all’abitazione (da +4,2% a +2,8%) e dei beni durevoli (da +1,5% a +0,7%).

L’inflazione di fondo, quella calcolata al netto degli energetici e degli alimentari freschi, rallenta da +3,1% a +2,7% come anche quella al netto dei soli beni energetici, che rallenta da +3,4% a +3,0%.

L’inflazione acquisita per il 2024 è così pari a +0,4% per l’indice generale e a +0,8% per la componente di fondo.

L’indice armonizzato dei prezzi al consumo (IPCA) diminuisce dell’1,1% su base mensile, a causa dell’avvio dei saldi invernali dell’abbigliamento e calzature di cui l’indice NIC non tiene conto, e aumenta di 0,9% su base annua, in accelerazione da +0,5% di dicembre (confermata la stima preliminare).

L’indice nazionale dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati (FOI), al netto dei tabacchi, registra un aumento di 0,3% su base mensile e di 0,8% su base annua.

 

 

Fonte:www.investing.com