Home Dal mondo Borse positive in attesa dei conti Nvidia

Borse positive in attesa dei conti Nvidia

58

I listini del Vecchio Continente aprono in rialzo in vista dei conti del colosso dei chip Nvidia, che verranno pubblicati questa sera. A Piazza Affari in evidenza Mps e Mediobanca. Oggi verranno resi noti anche i verbali dell’ultima riunione della Fed

 

Partenza in positivo per i principali listini europei. Il Ftse Mib di Milano apre in rialzo dello 0,3% con Mps (+1,5%) e Mediobanca (+1,9%) in evidenza. In verde anche Parigi, Londra e Francoforte.

In Europa l’attenzione è concentrata sulla pubblicazione dei conti trimestrali di Nvidia. Protagonista di una cavalcata senza precedenti a Wall Street, il colosso dei microchip ieri ha perso il 4,35%. Gli investitori temono che la trimestrale (che verrà pubblicata intorno alle 21 italiane di oggi) possa non giustificare la sua elevata valutazione, frenando così gli entusiasmi per l’intelligenza artificiale.

Nella giornata di oggi è prevista la pubblicazione dei verbali dell’ultima riunione della Fed. Dopo i dati deludenti sull’inflazione, gli investitori aspettano indicazioni dai discorsi di Raphael Bostic, presidente della Fed di Atlanta, e Michelle Bowman, componente del board della Federal Reserve. Attualmente, secondo il Cme FedWatch Tool, ci sono solo l’8,5% di possibilità di un taglio alla prossima riunione di marzo e il 35,8% di possibilità di un primo taglio a maggio.

Sul fronte Bce, in attesa dei verbali di domani, da seguire i discorsi di Nagel e Fernandez-Bollo, mentre non ci saranno dati macro di rilievo.

L’effetto Nvidia si fa sentire anche sulla Borsa di Tokyo, dove i titoli del settore tech hanno appesantito l’indice Nikkei, che ha chiuso in calo dello 0,26%. Il taglio dei tassi primari sui prestiti deciso dalla Banca centrale sembra aver dato una spinta ai listini cinesi. La Borsa di Shanghai ha chiuso in rialzo dello 0,97% mentre quella di Hong Kong, a poco dalla chiusura, viaggia a +1,8%. Sempre nell’ottica di difendere il mercato azionario domestico, le autorità di Pechino stanno rivedendo in modo restrittivo le regole sul quant trading. Le Borse di Shanghai e Shenzen hanno annunciato che le attività gestite da strategie automatizzate verranno attentamente esaminate.

Sul valutario, euro/dollaro fermo a 1,0812 mentre il petrolio è in leggero rialzo, col Brent a 82,56 dollari al barile.

 

 

Fonte:www.financialounge.com