Home Dal mondo Stellantis in rialzo a Piazza Affari (+1,8%) dopo gli utili record per...

Stellantis in rialzo a Piazza Affari (+1,8%) dopo gli utili record per 18,6 miliardi

63

Avvio in territorio positivo per i principali listini del Vecchio Continente, con gli investitori che attendono indicazioni sulle prossime mosse della Bce

 

Le Borse europee provano a proseguire sulla via dei rialzi in attesa del discorso della presidente della Bce, Christine Lagarde: a Milano il Ftse Mib apre a +0,53%, il Dax di Francoforte a +0,44%, il Cac 40 di Parigi a +0,45%, l’Ibex 35 di Madrid a +0,33% e il Ftse 100 di Londra a +0,36%.

Dopo la discesa inferiore alle attese dell’inflazione Usa, il mercato guarda con attenzione le prossime mosse delle banche centrali sui tassi. Oggi i riflettori sono puntati sulla presidente della Banca centrale europea, Christine Lagarde, che parlerà in audizione al Parlamento europeo. Dal punto di vista macro, da monitorare anche le nuove stime economiche della Commissione europea e, negli Usa, quelle sulle vendite al dettaglio.

Il forte rialzo del Bitcoin, che ha superato i 52mila dollari, ha dato un’ulteriore spinta ai listini americani, con Wall Street che ha chiuso in rialzo. Il Pil in Giappone è sceso nel quarto trimestre dello 0,1%, di più rispetto alle attese, facendo entrare il Paese tecnicamente in recessione. Anche qui gli investitori guardano le prossime mosse della BoJ, che dovrebbe rivedere la politica ultra accomodante adottata fino ad ora.

Prosegue la stagione delle trimestrali, con Stellantis (+1,8%) che ha chiuso il 2023 con ricavi netti cresciuti del 6% a 189,544 miliardi di euro e l’utile netto aumentato dell’11% a 18,625 miliardi, facendo meglio delle attese. Sotto la lente anche Tim (-0,7%), che alla vigilia ha presentato i conti, con ricavi nel 2023 a 16,3 miliardi, in crescita del +3,1%.

Sul valutario il cambio euro/dollaro resta stabile a quota 1,0735. Il petrolio è in lieve calo, con il Brent aprile a 81,26 dollari al barile (-0,4%). Lo spread apre in calo a 148 punti base.

 

 

Fonte:www.financialounge.com