Home Dal mondo Oro stabile in attesa dei dati sull’inflazione, rame crolla dopo la scoperta...

Oro stabile in attesa dei dati sull’inflazione, rame crolla dopo la scoperta in Zambia

64

I prezzi dell’oro si sono mossi poco negli scambi asiatici di questo lunedì, con il metallo giallo che si è mantenuto nel range della scorsa settimana, mentre gli operatori attendono ulteriori spunti dai prossimi dati sull’inflazione statunitense

 

L’oro spot è sceso dello 0,1% a 2.023,48 dollari l’oncia, mentre i future dell’oro con scadenza ad aprile sono scesi dello 0,1% a 2.037,20 l’oncia alle 00:07 ET (05:07 GMT). I volumi di scambio sono stati ridotti a causa delle festività in Cina, Hong Kong, Corea del Sud e Giappone.

Tra i metalli industriali, i prezzi del rame hanno toccato un minimo di quasi tre mesi dopo che KoBold Metals, una startup sostenuta dal fondatore di Microsoft Bill Gates, ha trovato un grande deposito di rame in Zambia che potrebbe costituire un’importante miniera di rame.

In particolare, i future del rame con scadenza a marzo sono scesi dello 0,4% a 3,6727 dollari la libbra, il livello più basso da metà novembre.

Il presidente dello Zambia Hakainde Hichilema ha dichiarato che il giacimento – che si trova nel progetto Mingomba – potrebbe produrre tra le 500 e le 600.000 tonnellate di rame quando sarà operativo. In confronto, la miniera cilena di Escondida, considerata la più grande miniera di rame al mondo per produzione, ha prodotto circa 1 milione di tonnellate di rame nel 2022.

La scoperta fa pensare a un potenziale aumento delle forniture di rame nei prossimi anni, preannunciando una maggiore pressione sui prezzi del metallo rosso, che solitamente beneficiano di condizioni di mercato più rigide.

Il rame ha già subito forti perdite nel 2024 a causa delle persistenti preoccupazioni per il rallentamento della domanda in Cina, il principale importatore.

 

 

Fonte:www.investing.com