Home Dal mondo Bper Banca debole dopo i conti ma per gli analisti il titolo...

Bper Banca debole dopo i conti ma per gli analisti il titolo può crescere ancora

33

Sul valore del FTSE MIB oggi pesano le quotazioni delle azioni di Bper Banca

 

L’istituto guidato da Piero Luigi Montani questa mattina ha aperto in rosso sul listino milanese e verso le 11 cede oltre il 3% rispetto ai 3,538 euro per azione della vigilia.

Un ribasso inaspettato dopo i conti particolarmente brillanti rivelati ieri a Borse chiuse.

Al 31 dicembre 2023, l’utile netto consolidato di Bper Banca si attesta a 1,52 miliardi, spinto da un margine di interesse pari a 3,252 miliardi in crescita del 78% rispetto al 2022. Le commissioni nette, invece, sono state pari a 2,01 miliardi in aumento del 3,5% anno su anno.

Contemporaneamente, migliora il cost income ratio ordinario e raggiunge quota 50,7% rispetto al dato ordinario relativo all’esercizio 2022 pari a 64,1%. Il costo del credito si attesta a 48 punti base, in calo rispetto al dato registrato nell’esercizio 2022 pari a 64 punti.

In base ai risultati ottenuti, la banca modenese ha deciso di alzare il dividendo da 12 a 30 centesimi per azione.

Per l’esercizio 2024 Bper ipotizza una guidance che presenta un margine di interesse in leggero calo, commissioni nette con una dinamica positiva, oneri operativi in linea a quelli del 2023. Inoltre, la redditività netta ordinaria è prevista in linea con quella del 2023 al netto dell’impatto delle imposte anticipate per perdite su crediti pari a € 380 milioni, mentre la solidità patrimoniale della Banca si rafforzerà.

 

 

Fonte:www.investing.com