Home Dal mondo Ubs vuole riavviare buyback, trim4 in perdita

Ubs vuole riavviare buyback, trim4 in perdita

17

Lo ha detto l’amministratore delegato Sergio Ermotti in un comunicato

 

Ubs ha completato la prima fase dell’integrazione di Credit Suisse e ha in programma di riavviare il riacquisto di azioni nella seconda metà dell’anno, con un massimo di 1 miliardo di dollari previsto per il 2024.

Inoltre, la banca svizzera ha detto di aver proposto un dividendo di 0,70 dollari per azione per il 2023, con un aumento del 27%.

Il costo dell’assorbimento di Credit Suisse ha portato il più grande gestore patrimoniale del mondo a registrare una perdita netta di 279 milioni di dollari nel quarto trimestre, leggermente meno delle stime di consenso compilate dalla società che prevedevano una perdita di 285 milioni di dollari.

Il primo gestore patrimoniale al mondo ha confermato i principali obiettivi finanziari e ne ha fissati di nuovi, tra cui l’ambizione per il ramo di gestione patrimoniale di avere 5.000 miliardi di dollari di asset investiti entro il 2028.

Ubs ha detto di puntare a un flusso netto di nuove attività pari a 200 miliardi di dollari all’anno entro il 2028 e che, dall’acquisizione, i clienti hanno affidato alla banca 77 miliardi di dollari di nuove attività nette.

Ubs ha anche rivelato di puntare a 13 miliardi di dollari di risparmi sui costi entro la fine del 2026, la metà dei quali previsti entro la fine di quest’anno.

 

 

Fonte:www.reuters.com