Home Dal mondo Oro stabile a 2.050, il dollaro scende in vista dei dati NFP

Oro stabile a 2.050, il dollaro scende in vista dei dati NFP

17

I prezzi dell’oro si sono stabilizzati vicino ai massimi di due settimane venerdì, superando i livelli chiave, mentre le incessanti scommesse sui tagli ai tassi di interesse da parte della Fed hanno pesato sul dollaro

 

Il metallo giallo ha in gran parte ignorato i segnali della Fed secondo cui i tagli ai tassi di interesse arriveranno più tardi del previsto quest’anno, capitalizzando invece le perdite sul dollaro e avvicinandosi ai picchi del 2024.

L’oro spot è salito dello 0,1% a 2.056,20 dollari l’oncia, superando il livello di 2.050 dollari per la prima volta in due settimane, mentre i future dell’oro con scadenza a marzo è salito dello 0,1% a 2.073,35 l’oncia. I due titoli erano in rialzo di circa l’1,9% questa settimana e si apprestavano a interrompere due settimane consecutive di perdite.

La ripresa dell’oro arriva anche dopo un inizio difficile per il 2024, con il metallo giallo in calo dell’1,2% quando i mercati hanno iniziato a valutare costantemente le aspettative per un taglio dei tassi di interesse a marzo.

 

 

Fonte:www.investing.com