Home Dal mondo Borse caute, Pakistan lancia missili contro l’Iran

Borse caute, Pakistan lancia missili contro l’Iran

32

Nella notte attacco missilistico del Pakistan contro “gruppi terroristici” con base nei pressi del confine iraniano. Le Borse europee provano a rimbalzare dopo le perdite dei giorni scorsi

 

Partenza nel segno della cautela per le Borse europee. L’indice Ftse Mib apre intorno alla parità con Banca Popolare di Sondrio in positivo (+3%) sulle indiscrezioni dell’interesse di una grande banca americana per una quota. Bene anche Moncler (+4%) e Cucinelli nelle prime battute. Spread in calo a 159 punti base.

Tensioni geopolitiche ancora in primo piano. Dall’Iran arriva la notizia di un attacco missilistico da parte del Pakistan contro “obiettivi terroristici” con base nella provincia iraniana del Sistan e Baluchistan, al confine con il Pakistan. Secondo l’intelligence pakistana, la missione è stata portata a termine contro “gruppi militanti anti-pakistani”. Nella città di Saravan, come riportato dai media iraniani, sono morte 3 donne e 4 bambini in seguito all’attacco del Pakistan. Il governo di Islamabad ha dichiarato che i raid sono stati condotti in seguito agli attacchi in territorio pakistano contro altri “gruppi terroristici” effettuati dall’Iran lo scorso martedì.

Sempre sul fronte geopolitico, c’è ancora preoccupazione per la situazione nel Mar Rosso, dove i ribelli Houthi continuano a prendere di mira le navi commerciali con la conseguenza di indurre le compagnie di trasporto a evitare la rotta del Canale di Suez. Ciò fa temere ripercussioni sull’aumento dei prezzi, non solo per le merci ma anche per le materie prime energetiche, che potrebbero mettere a repentaglio il taglio dei tassi che buona parte degli analisti già prevede.

Su Wall Street ieri ha pesato il calo del Pil cinese mentre cresce l’attesa per la pubblicazione dei conti delle “magnifiche 7” del Big Tech. Intanto una di queste, Alphabet (Google) ha annunciato il licenziamento di centinaia di persone nel settore del marketing e della pubblicità, forza lavoro che verrà rimpiazzata con l’intelligenza artificiale.

Sul mercato valutario, l’euro guadagna terreno a 1,089 dollari mentre vale anche 161 yen. Il prezzo del petrolio è in lieve rialzo con il Brent marzo a 78,36 dollari (+0,63%) e il Wti febbraio viaggia a 73,19 dollari (+0,87%). Il gas è a 27,9 euro (+0,76%) al megawattora sulla piattaforma di Amsterdam.

 

 

Fonte:www.financialounge.com