Home Dal mondo Borse in rosso tra Davos su geopolitica e Trump che vince in...

Borse in rosso tra Davos su geopolitica e Trump che vince in Iowa

75

Partenza in negativo per le Borse europee mentre Donald Trump ottiene una netta affermazione nelle primarie repubblicane in Iowa. A Davos oggi in programma gli interventi di Von der Leyen e Zelensky

 

Avvio in rosso per i principali listini del Vecchio Continente nella seconda seduta della settimana. L’indice Ftse Mib di Piazza Affari cede lo 0,8%, in linea con Francoforte, Londra e Parigi. A Milano Mediobanca poco sopra la parità dopo la promozione degli analisti.

Negli Stati Uniti, con Wall Street pronta a riaprire oggi dopo la chiusura per festività, arriva l’attesa vittoria di Donald Trump nelle primarie repubblicane in Iowa. L’ex presidente ha ottenuto il 50,9% delle preferenze, staccando nettamente sia Ron DeSantis (21%) che Nikki Haley (19%).

In Europa occhi puntati sul World Economic Forum di Davos, cominciato ieri in Svizzera. Oggi sono in programma i discorsi di Ursula von der Leyen, presidente della Commissione europea, e di Volodymyr Zelensky, presidente dell’Ucraina, mentre domani è previsto l’intervento della presidente della Bce Christine Lagarde.

Inoltre, in mattinata l’inflazione tedesca di dicembre ha confermato un aumento dello 0,1% rispetto al mese precedente (+3,8% su base annua).

Sul versante valutario, il cambio tra euro e dollaro resta stabile a 1,091. Risale il prezzo del gas naturale scambiato ad Amsterdam a 30,055 euro al megawattora (+0,44%), quando ieri è sceso sotto la soglia dei 30 euro al megawattora, ai minimi da inizio agosto 2023. In lieve rialzo il petrolio con il Brent marzo scambiato a 78,27 dollari al barile (+0,15%) e il Wti febbraio a 72,55 dollari (+0,14%).

 

 

Fonte:www.financialounge.com