Home Dal mondo Borse europee caute, a Davos inizia il World Economic Forum

Borse europee caute, a Davos inizia il World Economic Forum

23

In Svizzera apre la 54esima edizione dell’incontro che vede protagonisti capi di Stato, economisti e banchieri da tutto il mondo

 

Avvio prudente dei principali listini del Vecchio Continente: Parigi, Londra e Francoforte aprono in rialzo dello 0,1%, poco più indietro il Ftse Mib di Milano.

Comincia oggi a Davos, in Svizzera, la 54esima edizione del World Economic Forum, che vedrà impegnati più di 60 capi di Stato e oltre 2.800 personalità di spicco tra economisti, banchieri e politici. Il tema di quest’anno è “Ricostruire la fiducia”, con conferenze dedicate al clima, alle sfide globali e alle guerre in corso. Tra gli interventi più attesi c’è quello del presidente ucraino Volodymyr Zelensky, ma a Davos saranno presenti anche altri politici di primissimo piano come il segretario di Stato Usa Anthony Blinken, il presidente israeliano Isaac Herzog, il premier cinese Li Qiang e la presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen. Il Forum si concluderà il 19 gennaio.

Con Wall Street chiusa per il Marthin Luther King Day, negli Usa l’attenzione è concentrata sull’inizio delle primarie repubblicane in Iowa. I sondaggi vedono in testa Donald Trump, seguito da Nikki Haley e Ron DeSantis, entrambi a circa 20 punti percentuali di distanza.

In Europa occhi puntati sul Pil tedesco annuale, in uscita in mattinata. Sempre oggi è in programma la riunione dell’Eurogruppo, che vedrà la partecipazione di Christine Lagarde

Sul mercato valutario, il cambio tra euro e dollaro resta sotto quota 1,10 in linea con i livelli di venerdì sera (1,096). Il prezzo del petrolio è stabile con il Brent marzo scambiato a 78,3 dollari al barile e il Wti febbraio a 72,6 dollari al barile. Il gas naturale è scambiato in ribasso ad Amsterdam (-2%) a 31,3 dollari al barile.

 

 

Fonte:www.financialounge.com