Home Dal mondo Saipem, 2 nuovi contratti offshore per 850 milioni

Saipem, 2 nuovi contratti offshore per 850 milioni

51

La società si è aggiudicata due nuovi contratti offshore per 850 milioni. Il titolo sale dopo la notizia

 

Saipem SpA, nella mattinata dell’8 settembre, guadagna l’1,66% a 1,4975 dopo aver annunciato di essersi aggiudicata due nuovi contratti per attività offshore in Costa d’Avorio e in Italia, per un valore complessivo di 850 milioni di euro.

Il primo contratto è stato assegnato a Saipem da Eni Côte d’Ivoire e il suo partner Petroci. Si tratta di un contratto Subsea Umbilicals, Risers and Flowlines (Surf) per lo sviluppo del progetto Baleine phase 2, relativo all’omonimo giacimento di olio e gas situato nell’offshore della Costa d’Avorio, a 1.200 metri di profondità.

Lo scopo del lavoro prevede l’ingegneria, l’approvvigionamento, la costruzione e l’installazione (Epci) di circa 20 km di linee rigide, 10 km di riser e jumper flessibili e 15 km di ombelicali collegati a un’unità galleggiante dedicata. I lavori di installazione saranno eseguiti mobilitando le migliori navi da costruzione offshore di Saipem e si svolgeranno nel 2024.

Il secondo contratto è stato assegnato a Saipem, tramite un raggruppamento temporaneo di imprese con Rosetti Marino e Micoperi, da Snam Rete Gas per la realizzazione degli impianti per la nuova nave di stoccaggio e rigassificazione (Fsru) che sarà situata nel Mare Adriatico al largo di Ravenna.

Il progetto consiste nell’ingegneria, l’approvvigionamento, la costruzione e l’installazione (Epci) di una nuova struttura offshore, connessa a quella esistente, per l’attracco e l’ormeggio della nave Fsru, da collegare alla terraferma tramite una condotta offshore da 26″ lunga 8,5 km, più 2,6 km a terra e un cavo parallelo in fibra ottica. Il passaggio a terra utilizzerà un sistema di microtunneling per ridurre al minimo l’impatto ambientale. Le operazioni offshore saranno eseguite dalla nave posatubi Saipem Castoro 10.

Saipem ha chiuso la seduta del 7 settembre in rialzo dello 0,14% a 1,473 euro. Nell’ultimo anno le azioni della società guidata da Alessandro Puliti sono cresciute di quasi il 120%, un rally che continua anche l’8 settembre grazie alla chiusura di questi due nuovi contratti.

 

 

Fonte:www.investing.com