Home Finanza e Mercati Unicredit, tassa extra-profitti non mini fiducia investitori

Unicredit, tassa extra-profitti non mini fiducia investitori

84

Lo ha detto Andrea Orcel, AD di Unicredit

 

In un’intervista al Messaggero il manager sottolinea che “è importante che si raggiunga il giusto risultato anche per non incrinare la fiducia degli azionisti e degli investitori internazionali”, aggiungendo che i tassi di interesse sono in linea con il passato.

Orcel vuole aspettare l’esito del percorso parlamentare prima di giudicare la tassa sugli extraprofitti sul settore bancario, su cui è in corso il confronto tra governo e Abi, l’associazione delle banche.

I risultati della banca, ha proseguito Orcel, hanno permesso di “distribuire 9 miliardi di euro tra il 2021 e il 2022, che dovrebbero salire quantomeno a 15,5 miliardi complessivi nel 2023”.

Il manager ha così confermato l’ultima guidance di luglio, quando la banca ha indicato per quest’anno una distribuzione agli azionisti pari o superiore a 6,5 miliardi.

Intanto, Unicredit assume: solo quest’anno sono state assunte 4000 persone, di cui quasi 1000 in Italia.

 

 

Fonte:www.reuters.com