Home Dal mondo Greggio in calo mentre peggiora morale investitori

Greggio in calo mentre peggiora morale investitori

92
Silhouette of an oilfield derrick industrial machine for drilling at sunset background vector illustration

I prezzi del petrolio sono in calo dopo alcuni dati che hanno contribuito a dipingere un quadro più cupo della ripresa cinese dopo la pandemia

 

Alle 10,25, i futures del Brent perdono lo 0,92% a 88,19 dollari al barile, mentre il Wti statunitense cedono lo 0,43% a 85,17 dollari.

La Cina, seconda economia mondiale e primo importatore di petrolio al mondo, è considerata fondamentale per sostenere la domanda di petrolio per il resto dell’anno. La fiacca attività economica ha frustrato i mercati perché gli stimoli promessi da Pechino si sono rivelati inferiori alle attese.

Nel frattempo, anche i dati europei si sono rivelati negativi. Il mese scorso il calo dell’attività economica nella zona euro è stato più rapido di quanto previsto, a causa della contrazione dell’industria dei servizi, dominante nel vecchio continente, secondo un report che suggerisce che l’economia europea potrebbe entrare in recessione.

Si prevede che l’Arabia Saudita estenderà i tagli volontari alla produzione di petrolio fino ad ottobre, e che la Russia presenterà un nuovo accordo di riduzione della produzione all’Opec+ questa settimana, secondo quanto affermato dal vice primo ministro russo.

Mosca ha già annunciato che taglierà le esportazioni di 300.000 barili al giorno a settembre, dopo un taglio di 500.000 barili al giorno ad agosto. Si prevede anche che Riad estenda un taglio volontario da 1 milione di barili al giorno ad ottobre.

 

 

Fonte:www.reuters.com