Home Cronaca Europa in rialzo; prezzi delle importazioni tedesche sono in forte calo

Europa in rialzo; prezzi delle importazioni tedesche sono in forte calo

85

I mercati azionari europei sono saliti marginalmente mercoledì, con gli investitori che hanno assimilato i dati sull’inflazione regionale, aiutati dalla forte chiusura di Wall Street nella notte

 

Alle 03:45 ET (07:45 GMT), l’indice DAX in Germania è salito dello 0,1%, mentre il CAC 40 in Francia è salito dello 0,1% e il FTSE 100 nel Regno Unito dello 0,5%.

Inflazione tedesca e spagnola sotto osservazione

I dati pubblicati mercoledì hanno visto Prezzi delle importazioni tedesche scendere del 13,2% su base annua a luglio, il calo più netto dal gennaio 1987, suggerendo che le pressioni inflazionistiche che agiscono sulla più grande economia dell’eurozona si stanno rapidamente ritirando.

Tuttavia, lo Stato della Renania Settentrionale-Vestfalia, il più popoloso della Germania, ha registrato un aumento dell’IPC dello 0,5% ad agosto, con un incremento annuo del 5,9%, al di sopra delle aspettative, suggerendo che il rapporto per la Germania nel suo complesso potrebbe avere una pressione al rialzo. Si prevede un aumento del 6,0% su base annua, in calo rispetto al 6,2% del mese precedente.

CPI spagnolo L’indice dei prezzi al consumo è aumentato dello 0,5% su base mensile ad agosto, leggermente al di sopra delle aspettative, mentre il dato annuale si è attestato al 2,6%.

Il dato sull ‘IPC dell’eurozona di agosto è atteso in settimana e si prevede che scenda al 5,1% dal 5,3% di luglio.

Il Presidente della BCE Christine Lagarde ha lasciato intendere che la banca centrale della regione sospenderà il suo ciclo di rialzo dei tassi a settembre durante la conferenza stampa che ha fatto seguito all’ultima riunione, un’opinione che è stata rafforzata da una contrazione più netta del previsto dell’attività economica della zona euro.

I principali indici di Wall Street hanno chiuso martedì in netto rialzo, con il settore tecnologico in testa, che ha guadagnato l’1,5%. Nasdaq Composite in testa, guadagnando l’1,7%.

Questo ha fatto seguito alla pubblicazione di dati che mostrano come le aperture di posti di lavoro negli Stati Uniti siano scese a luglio al livello più basso in oltre due anni, sollevando la speranza che la Federal Reserve sia pronta a porre fine al suo ciclo di rialzo dei tassi di interesse.

Fonte:www.euronews.com