Home Dal mondo Danone esamina opzioni legali dopo sequestro attività locali in Russia

Danone esamina opzioni legali dopo sequestro attività locali in Russia

50

Lo ha detto a Reuters una fonte a conoscenza della situazione, aggiungendo che l’azienda scriverà al Cremlino ed è in contatto con le autorità francesi, compreso l’ufficio del presidente Emmanuel Macron

 

Il gruppo alimentare francese Danone sta valutando opzioni legali dopo che la Russia ha preso il controllo della sua filiale nel Paese.

Secondo un decreto firmato domenica dal presidente Vladimir Putin, le quote di Danone Russia di proprietà straniera insieme alla partecipazione di Carlsberg in un produttore locale di birra sono state messe sotto la “gestione temporanea” dell’agenzia governativa Rosimushchestvo.

Una fonte vicina alla questione ha detto che Danone era vicina a un accordo per la vendita della filiale russa quando è arrivata la notizia del decreto.

La fonte ha detto che Danone è stata rassicurata sul fatto che l’acquisizione da parte dello Stato sarebbe temporanea, aggiungendo però che “la nozione di tempo lì non è la stessa che abbiamo noi”.

 

 

Fonte:www.reuters.com