Home Dal mondo Cina, attività del settore dei servizi rallenta a giugno

Cina, attività del settore dei servizi rallenta a giugno

50

Il settore dei servizi cinese è cresciuto meno del previsto nel mese di giugno, come ha mostrato un sondaggio privato questo mercoledì, mentre la debolezza delle esportazioni e della domanda locale hanno sollevato ulteriori dubbi sulla ripresa economica del Paese

 

Dalla Cina arrivano dati che confermano le difficoltà della ripresa economica del gigante asiatico nonostante una ripartenza del turismo. Nel mese di giugno l’indice Pmi dei servizi Caixin ha rallentato a 53,9 dal 57,1 di maggio, scivolando ai minimi da gennaio.

Per questo motivo i listini asiatici accusano perdite, con Hong Kong che cede l’1,5% e Shanghai in rosso dello 0,7%.

La ripresa del turismo sembra aver dato solo una spinta limitata alla domanda di servizi, nonostante le festività del Dragon Boat all’inizio di giugno.

Anche le continue misure di stimolo del governo cinese hanno fornito un sostegno limitato all’attività economica locale, nonostante le iniezioni di liquidità e i recenti tagli dei tassi d’interesse da parte della People’s Bank of China.

Le misure di stimolo del governo cinese hanno finora avuto un impatto limitato sull’attività delle imprese e gli investitori privati continuano a diffidare del Paese. Le recenti perdite dei titoli cinesi e dello yuan hanno rispecchiato il peggioramento del sentiment nei confronti del Paese.

 

 

Fonte:www.investing.com