Home Dal mondo Le Borse europee iniziano in positivo la settimana delle banche centrali

Le Borse europee iniziano in positivo la settimana delle banche centrali

56

Avvio in verde per i principali listini del Vecchio Continente, con gli investitori che attendono le prossime mosse di politica monetaria di Fed, Bce e Banca del Giappone. A Piazza Affari in calo Tim, dopo nuova offerta di Kkr per la rete

 

Le Borse europee iniziano la settimana delle banche centrali con il segno più: la settimana, a Milano il Ftse Mib segna +0,50%, il Dax di Francoforte +0,54%, il Cac 40 di Parigi +0,68%, l’Ibex 35 di Madrid +0,55% e il Ftse 100 di Londra +0,43%. La Borsa di Tokyo chiude la giornata in verde, con l’indice Nikkei a +0,52%, a 32.434 punti.

Oltre alle decisioni di politica monetaria, gli investitori seguiranno anche i dati sulla produzione industriale, le vendite al dettaglio e gli investimenti in immobilizzazioni, mentre l’India renderà noti i dati su inflazione e produzione industriale. Nel corso della settimana arriveranno altri dati macro rilevanti, come l’indice Zew in Germania, relativo alla fiducia delle imprese, la bilancia commerciale e il Pil del Regno Unito.

Sul fronte dei singoli titoli, sotto la lente a Milano c’è Tim (-1,7%), con il fondo statunitense Kkr che ha rafforzato il suo vantaggio nella corsa per assicurarsi la rete fissa e che potrebbe aumentare la sua offerta di oltre 2 miliardi di euro, secondo quanto riportato da Reuters, superando così i 23 miliardi complessivi.

In ribasso il prezzo del petrolio sui timori della domanda cinese: il future scadenza luglio sul Wti scende dell’1,04% a 69,44 dollari al barile, mentre il Brent scadenza agosto perde l’1,9% a 73,90 dollari al barile. Il gas naturale sale a 32,8 euro per megawattora (+2,3%).

Sul versante valutario, l’euro vale 1,0753 dollari, sui valori del closing di venerdì. Lo spread apre in calo a 171 punti, con il rendimento del decennale italiano che scende al 4,08%.

 

 

Fonte:www.financialounge.com