Home Dal mondo Credit Suisse, parlamento svizzero boccia pacchetto di salvataggio

Credit Suisse, parlamento svizzero boccia pacchetto di salvataggio

59

Respinto il pacchetto di aiuti governativi da 109 miliardi di franchi svizzeri per la fusione di Credit Suisse con Ubs

 

Il parlamento svizzero ha bocciato il pacchetto di aiuti governativi da 109 miliardi di franchi svizzeri (120,82 miliardi di dollari) per la fusione di Credit Suisse con Ubs, privando l’affrettato accordo per il salvataggio dell’istituto elvetico di un consenso politico ampiamente simbolico.

Anche se la Camera alta, il Consiglio degli Stati, aveva approvato il contributo del governo al pacchetto di salvataggio, la Camera bassa del Parlamento, il più grande Consiglio nazionale, si è opposta nuovamente.

Il Consiglio nazionale aveva già respinto le proposte in una seduta notturna svolta ieri, costringendo il Consiglio degli Stati a trovare una soluzione in occasione della seduta odierna.

Cercando un compromesso, la Camera alta ha approvato delle modifiche al provvedimento questa mattina, ma non sono state sufficienti a convincere i membri della Camera bassa.

Il provvedimento è stato respinto con 103 voti favorevoli e 71 contrari, un livello di opposizione simile al voto di ieri.

 

 

Fonte:www.reuters.com