Home Dal mondo Johnson & Johnson, controllata richiede protezione dal fallimento

Johnson & Johnson, controllata richiede protezione dal fallimento

62

La controllata di J&J richiede protezione dal fallimento

 

Johnson & Johnson ha dichiarato martedì che la sua controllata LTL Management ha ripresentato la domanda di protezione dal fallimento in base al Capitolo 11, pochi mesi dopo che una corte d’appello ha respinto il suo processo “texano in due fasi” per risolvere le cause che sostengono che i suoi prodotti a base di talco abbiano causato il cancro.

Come ha dichiarato J&J, il Capitolo 11 è necessario per procedere con un piano di riorganizzazione che include l’impegno a pagare fino a un valore attuale di 8,9 miliardi di dollari, nell’arco di 25 anni, per liquidare tutte le richieste di risarcimento attuali e future relative al talco. L’importo rappresenta un aumento di 6,9 miliardi di dollari rispetto ai 2 miliardi di dollari precedentemente impegnati in relazione alla richiesta di fallimento iniziale di LTL nell’ottobre 2021. Più di 60.000 ricorrenti attuali sono a favore di una risoluzione globale a queste condizioni.

Johnson and Johnson ha creato una filiale LTL Management e l’ha messa in bancarotta per far fronte a decine di migliaia di richieste di risarcimento legali che sostengono che il suo talco abbia causato il cancro. Ma all’inizio di quest’anno, a gennaio, una corte d’appello statunitense ha respinto la richiesta di Capitolo 11, in quanto la filiale non si trovava in difficoltà finanziarie.

 

 

Fonte:www.investing.com