Home Senza categoria E adesso atterraggio duro? Stretta su prestiti minaccia crescita ed occupazione

    E adesso atterraggio duro? Stretta su prestiti minaccia crescita ed occupazione

    78

    Gli economisti di Morgan Stanley ritengono che la Fed deciderà di aumentare il tasso di riferimento di 25 punti base mercoledì prossimo, mentre continua a lottare contro pressioni inflazionistiche consistenti e un mercato del lavoro solido

     

    “La Fed ha pochi incentivi a sorprendere i mercati in questo contesto di volatilità e pensiamo che sarà pronta ad aggiustare i tassi e i percorsi di bilancio qualora le condizioni lo giustifichino”, hanno scritto da MS in una nota ai clienti venerdì.

    La banca d’affari ha inoltre evidenziato i commenti degli analisti del broker Banks, che vedono “un significativo aumento dei costi di finanziamento, che porterà a standard di prestito più rigidi, a una crescita più lenta dei prestiti e a spread più ampi”.

    “Ci aspettavamo già un significativo rallentamento della crescita e dell’aumento dei posti di lavoro nei prossimi mesi, e la prospettiva di un sostanziale irrigidimento delle condizioni di credito aumenta il rischio che un atterraggio morbido si trasformi in un atterraggio più duro”, hanno aggiunto.

    L’analisi di Morgan Stanley (NYSE:MS) mostra che un inasprimento permanente di +10 punti percentuali degli standard di credito per i prestiti C&I porta a un aumento di 35 punti percentuali del tasso di disoccupazione nei prossimi due anni.

    “Nonostante i recenti dati positivi, l’aumento dei posti di lavoro potrebbe di conseguenza rallentare rapidamente”.

    Gli esperti invitano gli investitori a monitorare le richieste iniziali settimanali, ma avvertono anche che ci vorrà del tempo prima che le condizioni di prestito più rigide si manifestino nei dati macro.

    “Le recessioni sono arrivate più di mezzo anno dopo l’inizio di un aumento sostenuto delle richieste di disoccupazione”, concludono.

    Fonte:www.euronews.com