Home Finanza e Mercati A Wall Street nessuna recessione degli utili e fatturati in salute

A Wall Street nessuna recessione degli utili e fatturati in salute

117

Le trimestrali segnano un calo contenuto degli utili e buona tenuta dei fatturati, con un rimbalzo atteso nella seconda metà del 2023. Prezzi ancora un po’ cari e euforia diffusa potrebbero offrire punti di ingresso

 

Più di quattro su cinque delle società quotate sull’indice S&P 500 hanno ormai pubblicato le trimestrali, consuntivando finora una contrazione degli utili del 4,7% rispetto a un anno prima. È il primo segno meno dal terzo trimestre del 2020, quando il calo fu del 5,7%. Su 11 settori economici che compongono il principale indice di Wall Street, quattro hanno messo comunque a segno una crescita degli utili, energia, industriali, real estate e utility, mentre gli altri sette hanno segnato una flessione, con cali superiori al 20% per consumi discrezionali, materiali e servizi al commercio. Più di due società su tre, ben il 68%, hanno comunque battuto le attese, poco sotto la media del 73% degli ultimi 10 anni, ma lo hanno fatto in misura modesta, superando il consenso solo dell’1,3%, contro una media a 10 anni del 6,4%.

Alla fine, sembra un bel bicchiere mezzo pieno, considerato l’aumento dei costi determinato dall’effetto combinato di energia e materie prime più care, salari più alti e costo più elevato del finanziamento dovuto ai rialzi dei tassi della Fed, tutte voci che le imprese hanno dovuto in gran parte far assorbire dai propri margini. Ma la cosa più interessante, andando a cercare tra i dati appena usciti su Factset, sono le prospettive per i prossimi 4 trimestri, nei quali il consenso degli analisti punta a un’ulteriore contrazione degli utili solo per i primi due, con cali sostanzialmente contenuti del 5,4% e del 3,4%, mentre per la seconda metà è previsto un rimbalzo, per la precisione del 3,3% nel terzo e in accelerazione al 9,7% nel quarto.

 

Fonte:www.investing.com