Home Dal mondo Regno Unito, vendite al dettaglio aumentano inaspettatamente, ma clima rimane cupo

Regno Unito, vendite al dettaglio aumentano inaspettatamente, ma clima rimane cupo

89

È quanto emerge dai dati ufficiali pubblicati oggi

 

I volumi delle vendite al dettaglio britanniche sono inaspettatamente aumentati dello 0,5% in termini mensili a gennaio, ma il quadro generale rimane quello di una domanda debole da parte dei consumatori colpiti dall’inflazione.

Un sondaggio Reuters tra gli economisti aveva suggerito un calo delle vendite dello 0,3% il mese scorso rispetto a dicembre. Dopo la pubblicazione dei dati, la sterlina è leggermente calata rispetto al dollaro statunitense e all’euro.

Le vendite sono diminuite del 5,1% rispetto al gennaio dello scorso anno.

I volumi di vendita di dicembre sono scesi in misura maggiore di quanto riportato in precedenza, registrando un calo dell’1,2% rispetto a novembre, contro la stima iniziale che indicava un calo dell’1,0%.

Le vendite di carburante sono aumentate, riflettendo il calo dei prezzi, e gli sconti hanno contribuito a incrementare le vendite dei rivenditori online, dei gioiellieri, dei negozi di cosmetici e di tappeti e mobili.

Ma le vendite dei negozi di abbigliamento hanno subito un brusco calo, dopo essere aumentate per quattro mesi, e le vendite dei negozi di alimentari sono scese ancora, poiché i consumatori sono alla ricerca di prodotti più economici per alleviare la pressione del costo della vita.

Quest’anno si prevede una recessione dell’economia britannica e, secondo l’indice di fiducia dei consumatori a cura della società di sondaggi GfK pubblicato il mese scorso, le famiglie sono vicine a vivere il periodo più cupo almeno dal 1974.

 

 

Fonte:www.reuters.com