Home Dal mondo Borse europee in positivo e primo esame per l’Italia con l’asta dei...

Borse europee in positivo e primo esame per l’Italia con l’asta dei Btp, decennale in rialzo

28

Listini europei in rialzo questo martedì. Sul mercato italiano occhi puntati sui decennali

 

Partenza in rialzo per Piazza Affari dopo la seduta positiva di ieri. Il Ftse Mib segue la scia positiva delle Borse europee e apre in rialzo di circa mezzo punto percentuale per poi scattare sopra l’1%. In verde anche gli altri listini europei, guidati dal Dax di Francoforte (+1,3%). In avvio lo spread è in salita a 247 punti dalla chiusura di 242 punti di ieri. A Piazza Affari in evidenza Nexi (+4%) dopo il nuovo piano industriale, mentre Mps non fa prezzo e segna un -23% teorico.

Sul mercato italiano occhi puntati sull’andamento dei rendimenti dei titoli decennali, che ieri hanno toccato il 4,51% e oggi ha aperto al 4,62%, e ovviamente sullo spread tra Btp e Bund. Oggi è in programma un’asta di Btp da 3,75 miliardi di euro, primo vero test post elettorale.

Nella seduta di lunedì 26 settembre, Wall Street ha proseguito la tendenza ribassista di settembre. L’indice S&P 500, che raccoglie i titoli più importanti della Borsa Usa, ha toccato i minimi del 2022 ed è finito in territorio “orso”, cioè a -20% da un recente massimo. Il dollaro continua a rafforzarsi nei confronti dell’euro, che ieri era sui minimi storici a 0,95, e della sterlina, che sempre ieri ha toccato 1,032, un segnale poco incoraggiante per l’economia americana perché in passato ciò ha portato quasi sempre a una recessione.

Chiusura in rialzo per la Borsa di Tokyo a +0,5% a 26571 punti. Seduta positiva anche in Cina per la Borsa di Shanghai (+1,3% quando manca poco alla chiusura), mentre l’Hang Seng di Hong Kong perde lo 0,3%.

Sul fronte materie prime energetiche, il prezzo del petrolio è in salita, con il Wti a 77,8 dollari al barile (+1,4%) e il Brent a 84 dollari al barile (+1,3%). In crescita anche il prezzo del gas sul Ttf di Amsterdam a 176 euro al megawattora (+1,2%). Oro stabile a 1.642 dollari l’oncia (+0,5%). Per quanto riguarda le criptovalute, Bitcoin in crescita dell’8% a poco più di 20mila dollari.

 

 

Fonte:www.euronews.com