Home Economia Listini Ue verso apertura negativa, rimbalzano i PMI in Cina

Listini Ue verso apertura negativa, rimbalzano i PMI in Cina

15
European Union flag on the blue background

Future in ribasso per l’avvio odierno in Europa in vista dell’avvio di Wall Street dopo la chiusura di lunedì, con Mib previsto a -40 punti, DAX a -70 punti, CAC in calo di 22 punti, mentre per l’Euro Stoxx 50 il ribasso previsto è di 18 punti

 

Mercati contrastati in Asia dopo i PMI cinesi su settore manifatturiero e dei servizi, con Nikkei in calo di 90 punti, Hang Seng in rialzo dell’1,4%, Shanghai in aumento del +1,2% e SZSE Component al +1,7%.

Il Pmi manifatturiero ufficiale (Nbs) della Cina è salito a 49,6 per il mese di maggio dal 47,4 (minimi degli ultimi 26 mesi), mentre l’attività dei servizi è aumentata a 47,8 dal 41,9 di aprile (minimi da marzo 202).

Oggi è il turno dell’inflazione dell’Eurozona (atteso nuovo record +7,7%) e dei prezzi al consumo di Italia e Francia per il mese di maggio, dopo che l’IPC tedesco di lunedì ha mostrato che il picco dell’inflazione in Europa potrebbe non arrivare nel breve termine.

Intanto, con i leader Ue che in extremis hanno approvato “l’embargo soft” contro il greggio russo, WTI e Brent sono aumentati notevolmente durante il tradin notturno rispettivamente a 119,20 dollari per barile $119,91, e ICE Dutch TTF Natural Gas in leggero aumento a 92 euro per MWh.

 

 

Fonte:www.euronews.com