Home Senza categoria Usa e Cina, mercati appesi anche alla politica

    Usa e Cina, mercati appesi anche alla politica

    21
    3d iillustration of globe with China corona virus Spreads in Asia

    Il mercato non ha ancora gli elementi per prendere le misure al nuovo ordine globale che potrebbe definirsi e concretizzarsi al termine di due eventi importantissimi: le elezioni USA e il Congresso di Shanghai

     

    Due gli eventi che si terranno quasi in contemporanea questo autunno e che potrebbero apportare dei cambiamenti significativi al nuovo assetto mondiale: il Congresso di partito in Cina ad ottobre e le elezioni di midterm a inizio novembre in USA. Se dal Congresso di Shanghai e dalle elezioni USA usciranno segnali importanti, sicuramente saranno valutati e prezzati. Nel frattempo, per l’investitore non è il momento di rincorrere i ‘top’ e i ‘bottom’ temporanei di mercato.

    Il Presidente della Repubblica Popolare Cinese Xi Jinping in autunno, a Shanghai, deve presentarsi ai 2.300 delegati e soprattutto ai 7 membri del Politburo con la risoluzione di uno dei tanti problemi che affliggono la Cina negli ultimi tempi: il Covid. Il virus, infatti, ha costretto il paese a nuovi lockdown costosissimi per l’economia e ha sferrato un duro colpo alla città portuale simbolo della potenza economica cinese. Una mancata svolta andrebbe ad aggiungersi, oltre all’economia in freno e alla lotta alla corruzione e alla povertà non ancora vinta, al rischioso supporto, seppur non concreto, del presidente Xi a Putin.

    Intanto, il Presidente Biden risulta essere sempre più lontano dagli americani. Il suo gradimento, infatti, è ai minimi e le rilevazioni Rasmussen, il 20 maggio, lo davano 10 punti sotto Trump 4 anni prima, con il tasso di approvazione al record negativo di -30. A novembre si voterà per il Congresso e potrebbe esserci la possibilità di nuove leadership in entrambi i partiti.

     

    Fonte:www.financialounge.com