Home Economia Listini asiatici in calo dopo i dati sull’inflazione

Listini asiatici in calo dopo i dati sull’inflazione

18
Millennial Asia businessmen and businesswomen meeting brainstorming ideas about new paperwork project colleagues working together planning success strategy enjoy teamwork in small modern night office.

Andamento perlopiù negativo per i mercati dell’area Asia-Pacifico questo giovedì, mentre gli investitori seguono l’inflazione elevata e le politiche di inasprimento monetario

 

In Cina lo Shanghai Composite è rimasto invariato alle 4:27 AM CEST e anche lo Shenzhen Component è rimasto invariato. Il gruppo immobiliare Sunac China Holdings Ltd. non ha pagato le cedole in scadenza per mercoledì, e si prevede che non pagherà neanche alle prossime scadenze.

L’indice Hang Seng di Hong Kong è in calo dello 0,79%.  Hong Kong è intervenuto a difendere la valuta per la prima volta dal 2019. L’autorità monetaria di Hong Kong ha sostenuto la valuta con 1,59 miliardi di dollari di Hong Kong, dopo il cambio dollaro di HK e dollaro USA ha toccato 7,75-7,85.

In Giappone il Nikkei 225 è sceso dello 0,78% mentre in Corea del Sud il KOSPI è sceso dello 0,34%.

In Australia l’ASX 200 è in calo dello 0,56%.

Si teme che l’inasprimento monetario della Federa Reserve USA possa avere delle conseguenze sulla crescita economica. Il rendimento dei decennali USA è sceso al 2,90%, mentre molti dei membri della Fed stanno schierandosi per un aumento di mezzo punto nei prossimi due vertici.

Sul fronte dei dati, gli USA rilasceranno l’IPP e i dati sulle nuove richieste di sussidio di disoccupazione. La Presidente della Fed di San Francisco Mary Daly terrà oggi un discorso.

 

 

Fonte:www.tradingview.com