Home Economia Previsto rimbalzo per le Borse Ue, ma chiusura settimanale in ribasso

Previsto rimbalzo per le Borse Ue, ma chiusura settimanale in ribasso

52

Gli investitori che continuano a digerire la prospettiva di una politica monetaria più restrittiva, le ramificazioni di ulteriori sanzioni sulla Russia e potenziali disordini politici francesi

 

Al momento, i DAX futures sono in rialzo di 60 punti, i CAC 40 futures sono in aumento di 66 punti, mentre per il Ftse Mib si prevede un aumento di 310 punti.

Nonostante i possibili guadagni odierni, l’azionario europeo potrebbe chiudere la settimana in forte ribasso, con il DAX in calo di circa il 2,5%, il CAC 40 in ribasso del 3,3% e il paneuropeo STOXX 600 al -0,7%

La prospettiva di rialzi dei tassi globali aggressivi ha colto di sorpresa gli investitori questa settimana, con la Federal Reserve statunitense che ha segnalato di essere pronta ad agire più rapidamente di quanto precedentemente annunciato per contenere un’inflazione ora ai massimi in 40 anni. Inoltre, secondo i verbali della Bce, released anche i policymaker di Francoforte sono pronti ad uscire dal QE nel terzo trimestre.

Altrove, la guerra in Ucraina continua, con molti ucraini evacuati dalle città orientali prima di una prevista grande offensiva russa. Le truppe russe sono state accusate di aver commesso atrocità contro i civili ucraini, cosa negata da Mosca.

Per questo, l’Assemblea generale delle Nazioni Unite ha sospeso la Russia dal Consiglio per i diritti umani delle Nazioni Unite, mentre il Congresso degli Stati Uniti ha rimosso la Russia dallo status commerciale di “nazione favorita” e l’Unione europea ha accettato di vietare le importazioni di carbone, la prima volta che le sanzioni hanno preso di mira il cruciale ricavi energetici.

Sul radar, soprattutto per i mercati dei bond, c’è il rischio di un turbamento politico in Francia, con la leader di estrema destra Marine Le Pen che sta recuperando terreno contro Emmanuel Macron nei sondaggi elettorali in vista del primo turno delle elezioni presidenziali francesi di domenica.

Tra le materie prime, il greggio Usa è in aumento dello 0,6% a $ 96,56 al barile, in corso per una perdita del 3,7% questa settimana, mentre il contratto Brent è in rialzo dello 0,5% a $100,94, in calo del 4,3% finora questa settimana.

 

 

Fonte:www.euronews.com