Home Senza categoria Vino, addio alla bottiglia di vetro per ridurre gli aumenti di prezzo

    Vino, addio alla bottiglia di vetro per ridurre gli aumenti di prezzo

    36

    La richiesta arriva da Ascovilo, associazione che riunisce i consorzi lombardi: utilizzare plastica o cartone per imbottigliare il vino

     

    L’aumento dei prezzi e la guerra stanno destando grande preoccupazione nel mondo del vino. Secondo quanto emerso da uno studio condotto da Censis – Alleanza Cooperative Agroalimentari Vino dal titolo “la febbre dei costi” è di 1,1 miliardi di euro il conto che si abbatterà sulla filiera vitivinicola a causa dell’incremento dei costi dell’energia e delle materie prime.

    AUMENTO DEI PREZZI DEI MATERIALI DI CONFEZIONAMENTO E IMBALLAGGIO

    Tra gennaio 2021 e gennaio 2022, considerato anche gli effetti derivanti dallo scoppio del conflitto tra Russia e Ucraina, il prezzo della produzione del vetro è cresciuto del 8,5% e quello del sughero del 9.4%. A ciò si aggiungono gli aumenti relativi alla carta e agli imballaggi compresi tra il 23% e il 30%. Vanno anche segnalati gli incrementi dei costi dell’energia elettrica, dei carburanti, nonché dei fertilizzanti e dei concimi utilizzati nella coltivazione. Questi rincari si rifletteranno inevitabilmente sul prezzo finale del vino.

     

     

    Fonte:www.financialounge.com