Home Dal mondo E’ tornata la moda dei titoli meme? Tesla propone il suo primo...

E’ tornata la moda dei titoli meme? Tesla propone il suo primo dividendo

34

Due titoli hanno colto l’attenzione degli operatori, Tesla (NASDAQ:TSLA) e GameStop (NYSE:GME), dopo che le due società hanno chiuso la seduta rispettivamente in rialzo dell’8,2% e 25%

 

La società fondata da Elon Musk è stata protagonista degli acquisti sul Nasdaq dopo aver comunicato che, alla prossima assemblea annuale, chiederà l’ok agli azionisti per un aumento del numero di azioni ordinarie al fine di consentire uno stock split sotto forma di dividendo azionario, il primo in assoluto per la società.

La decisione del car maker fan ben sperare gli investitori visto che dopo l’ultimo frazionamento azionario dell’agosto 2020 con un rapporto 5 a 1, il valore è più che raddoppiato rendendolo più accessibile a più investitori retail che tendono a comprare titoli azionari in base al loro valore assoluto e non in base al valore reale.

Inoltre, la forza osservata sul titolo è probabilmente dovuta all’apertura della gigafactory di Berlino della scorsa settimana e alla volatilità dei prezzi del petrolio che sostiene la domanda di automobili a energia alternativa.

Lo split arriva in un momento delicato per Tesla (NASDAQ:TSLA), visto che il titolo ha perso il 9% sul Nasdaq in linea con il trend di mercato e la rotazione settoriale verso azioni value che garantiscono un dividendo annuale. Il calo del 2022 non cancella la scorsa straordinaria che ha registrato l’azione negli ultimi anni, +1.800% negli ultimi 5 anni.

Oltre a Tesla, a Wall Street si torna a parlare di “meme stock revival” dopo che GameStop (NYSE:GME) – protagonista della stagione meme ad inizio 2021 – ha chiuso la decima seduta in positivo e raccogliendo l’88% negli ultimi 5 giorni e registrando la striscia positiva più lunga dall’aprile 2010 (dati Bloomberg).

La scorsa settimana, dopo un primo rimbalzo del titolo, il presidente Ryan Cohen ha aumentato ulteriormente la sua partecipazione, acquistando altre 100.000 azioni e portando la propria all’11,9% della società attraverso il proprio veicolo d’investimento RC Ventures.

 

 

Fonte:www.investing.com