Home Economia Borse asiatiche in salita ma pesa il conflitto in Ucraina

Borse asiatiche in salita ma pesa il conflitto in Ucraina

31

Andamento perlopiù positivo dei mercati asiatici questo lunedì, nonostante il rischio di una recessione economica negli USA a causa dell’inasprimento della politica monetaria USA

 

In Giappone l’indice Nikkei 225 è in calo dello 0,41% alle 4:27 CET, mentre in Corea del Sud il KOSPI è in salita dello 0,07%.

In Australia, l’ASX 200 è in salita dello 0,45%.

L’indice Hang Seng di Hong Kong è in salita dell’1,01%.

In Cina lo Shanghai Composite  è in salita dello 0,19% e lo Shenzhen Component è in calo dello 0,68%, dopo il nuovo lockdown di Shanghai dovuto all’impennata di casi di COVID-19.

Le catene di approvvigionamento delle materie prime continuano ad essere danneggiate dalla guerra in Ucraina, oltre che dalla tendenza verso politiche monetarie più rigide da parte delle banche centrali. Gli investitori stanno valutando due punti percentuali di aumento dei tassi della Fed per il resto dell’anno, e questo ha portato un’ulteriore volatilità nei mercati di azioni, obbligazioni e valute.

Ucraina e Russia dovrebbero riprendere i colloqui di persona entro la settimana, con gli Stati Uniti in modalità “damage control” dopo che il presidente Joe Biden ha detto che Vladimir Putin “non può rimanere al potere”. Il segretario di Stato Antony Blinken ha subito chiarito che gli Stati Uniti non hanno una strategia per il cambio di regime.

Anche se le azioni globali hanno recuperato alcune perdite dall’invasione russa, altri investitori stanno mettendo in discussione la durata dei rialzi.

 

 

Fonte:www.financialounge.com