Home Dal mondo GAM: la crisi ucraina porta rallentamento ma non recessione

GAM: la crisi ucraina porta rallentamento ma non recessione

44

Carlo Benetti, Market Specialist di GAM, vede un’accelerazione verso una nuova fase della globalizzazione, in cui l’economia “just in time” lascia il posto al “just in case”, con perdita di efficienza e aumento dei costi

 

Parlare di rischi di rallentamento economico per la crisi ucraina non significa che l’esito nella recessione sia scritto sulla pietra. L’incertezza politica avvolge e rende imperscrutabile lo scenario e il vero rischio è un errore di policy delle banche centrali. Per il risparmiatore, la difesa dall’inflazione è offerta da strumenti che diano protezione “reale” come le azioni, direttamente associate alla crescita. La difesa dalla volatilità è nella diversificazione “intelligente”, attenta alla decorrelazione tra asset class, e nella gestione attiva, che utilizza la selettività come uno strumento affilato che sceglie, distingue, e differenzia.

PROTEZIONE DALL’INFLAZIONE

Sono le conclusioni di un commento di Carlo Benetti, Market Specialist di GAM SGR, focalizzato sulla protezione da uno scenario inflazionistico, che registra un’accelerazione verso una nuova fase della globalizzazione per effetto della guerra in Ucraina, in cui l’economia “just in time” lascia il posto all’economia “just in case”, con perdita di efficienza e aumento dei costi.

 

 

Fonte:www.euronews.com