Home Attualità S&P 500 in salita: partito l’inasprimento della Fed

S&P 500 in salita: partito l’inasprimento della Fed

70

L’indice S&P 500 ha chiuso in salita gli scambi di mercoledì, trainato dai titoli tech che hanno reagito positivamente all’aumento dei tassi da parte della Federal Reserve, il primo degli ultimi tre anni

 

 

L’indice S&P 500 è in salita del 2,2%, il Dow Jones Industrial Average è in salita dell’1,6% o di 518 punti, mentre il Nasdaq Composite è salito  del 3,8%.

Il Federal Open Market Committee ha alzato il tasso di riferimento in un range tra lo 0,25% e lo 0,5%, dal precedente range tra lo 0% e lo  0,25%.

Ora si prevede che la Fed porti il tasso all’1,9% nel 2022, contro la previsione dello 0,9% di dicembre, indicando circa sette aumenti dei tassi dello 0,25% quest’anno.

I rendimenti del Tesoro americano sono saliti bruscamente dopo la decisione della Fed. Il rendimento dei titoli del Tesoro USA 2 anni, che è sensibile ai rialzi dei tassi, è salito sopra l’1,9%, considerando i sette rialzi dei tassi della Fed per quest’anno.

Il mercato in generale è stato inizialmente spaventato dal percorso di rialzo dei tassi più ripido del previsto, ma ha ritrovato la sua posizione e ha riguadagnato lo slancio visto prima della decisione della Fed dopo le notizie positive riguardanti la guerra in Ucraina. Il Financial Times ha riportato che l’Ucraina e la Russia avrebbero elaborato un piano di neutralità per porre fine alla guerra.

Anche l’aumento dei titoli tecnologici ha anche spinto il mercato, nonostante le aspettative di tassi di interesse più ripidi, un fattore nemico dei titoli growth come quelli tecnologici.

 

Fonte:www.investing.com