Home Economia Borse asiatiche in calo, la guerra in Ucraina fa volare il petrolio

Borse asiatiche in calo, la guerra in Ucraina fa volare il petrolio

35

Listini asiatici in rosso questo martedì. Prosegue il trend ribassista per il mercato azionario, mentre l’impennata eccezionale del petrolio alimenta i timori sull’inflazione e sull’impatto per la crescita economica

 

In Giappone l’indice Nikkei 225 è in calo dello 0,28% alle 3:23 AM CET.

In Corea del Sud il KOSPI è in calo dello 0,55%, mentre in Australia, l’ASX 200 è in calo dello 0,33%.

L’indice Hang Seng di Hong Kong è in salita dello 0,37%.

In Cina lo Shanghai Composite è in calo dello 0,60% e lo Shenzhen Component è in calo dello 0,26%.

L’S&P 500 è sceso del 3%, segnando il calo maggiore dal 2020, mentre un indice delle azioni cinesi quotate suo mercati USA è crollato al minimo del 2016.

Il petrolio prosegue il trend rialzista dopo la chiusura di ieri vicino al massimo di 14 anni. In Europa il gas, il nickel e il grano sono saliti a livelli record, in quanto l’invasione dell’Ucraina continua ad alimentare i timori sulle interruzioni delle forniture. Gli USA stanno valutando il blocco delle importazioni di petrolio russo, mentre la Russia minaccia di chiudere i rubinetti del gas naturale all’Europa attraverso il blocco del gasdotto Nord Stream 1.

Il terzo ciclo di dialoghi tra Ucraina e Russia è terminato con pochi progressi da entrambe le parti verso la ricerca di una soluzione al conflitto. I dialoghi proseguiranno, ma il presidente russo Putin ha dichiarato che il conflitto finirà se l’Ucraina accetterà le richieste della Russia.

Sul fronte delle cripto, il Bitcoin è vicino ai 38.000 dollari, gli investitori attendono l’ordine esecutivo del Presidente USA Joe Biden sulla strategia per il settore delle criptovalute. L’ordine esecutivo Biden è previsto nel corso di questa settimana.

Sul fronte dei dati, oggi è atteso l’IPC USA, mentre nel mondo corporate c’è grande attesa per il nuovo evento Peek di Apple.

 

 

 

Fonte:www.investing.com