Home Attualità Il rischio shock stagflazione rilancia oro, valute estere e beni rifugio

Il rischio shock stagflazione rilancia oro, valute estere e beni rifugio

40

La protezione del portafoglio è potenziata con la diversificazione e con la capacità di adattamento facendo leva su oro, valute estere e beni rifugio che rispondono bene anche in un ambiente stagflazionistico

 

Le possibili evoluzioni della guerra in Ucraina sono molteplici, alcune augurabili, altre intollerabili, nessuna prevedibile. Il porto sicuro non è tanto una singola classe di attivo, pur sempre vulnerabile, ma un metodo che si avvale di due strumenti particolarmente efficaci nei momenti di forte volatilità. Carlo Benetti, Market Specialist di GAM SGR nell’articolo Crisi in Ucraina, per GAM il nuovo scenario impone aggiustamenti di portafoglio li identifica nella diversificazione tra asset class diverse, poco correlate, come l’esposizione alle commodity o a classi di attivo del tutto slegate all’economia russa, e nella capacità di adattarsi rapidamente alle nuove situazioni, con la prontezza di aggiustare i portafogli con flessibilità, riconoscere i segnali, ignorare i rumori. Le possibili evoluzioni della guerra in Ucraina sono molteplici, alcune augurabili, altre intollerabili, nessuna prevedibile. Il porto sicuro non è tanto una singola classe di attivo, pur sempre vulnerabile, ma un metodo che si avvale di due strumenti particolarmente efficaci nei momenti di forte volatilità. Carlo Benetti, Market Specialist di GAM SGR nell’articolo Crisi in Ucraina, per GAM il nuovo scenario impone aggiustamenti di portafoglio li identifica nella diversificazione tra asset class diverse, poco correlate, come l’esposizione alle commodity o a classi di attivo del tutto slegate all’economia russa, e nella capacità di adattarsi rapidamente alle nuove situazioni, con la prontezza di aggiustare i portafogli con flessibilità, riconoscere i segnali, ignorare i rumori. Le possibili evoluzioni della guerra in Ucraina sono molteplici, alcune augurabili, altre intollerabili, nessuna prevedibile. Il porto sicuro non è tanto una singola classe di attivo, pur sempre vulnerabile, ma un metodo che si avvale di due strumenti particolarmente efficaci nei momenti di forte volatilità. Carlo Benetti, Market Specialist di GAM SGR nell’articolo Crisi in Ucraina, per GAM il nuovo scenario impone aggiustamenti di portafoglio li identifica nella diversificazione tra asset class diverse, poco correlate, come l’esposizione alle commodity o a classi di attivo del tutto slegate all’economia russa, e nella capacità di adattarsi rapidamente alle nuove situazioni, con la prontezza di aggiustare i portafogli con flessibilità, riconoscere i segnali, ignorare i rumori.

 

 

 

Fonte:www.benzinga.com