Home Economia Oro in salita, la Russia attacca centrale nucleare ucraina

Oro in salita, la Russia attacca centrale nucleare ucraina

31

L’oro è in salita negli scambi asiatici di questo venerdì, e si avvia a registrare il rialzo settimanale maggiore da maggio 2021

 

La propensione al rischio degli investitori è crollata dopo l’attacco a una centrale nucleare in Ucraina, il maggiore attacco di questo tipo in Europa e l’ultimo sviluppo dell’invasione russa dell’Ucraina.

I future dell’oro sono in salita dello 0,32% a 1.942,10 alle 5:49 AM CET. Il metallo giallo è salito del 3% questa settimana.

Sul fronte del conflitto in Ucraina, l’ultima notizia è l’attacco alla centrale di Zaporizhzhia a Enerhodar, in Ucraina. La Russia ha preso il controllo di un’altra centrale nucleare, quella di Chernobyl, 100 km a nord della capitale Kiev.

Nella scia delle sanzioni applicate dall’Occidente alla Russia, la London Bullion Market Association ha chiesto alle raffinerie russe di chiarire l’eventuale collegamento con le entità russe sanzionate, secondo quanto riportato da Reuters. Questo metterebbe a rischio il loro accreditamento.

Per quanto riguarda gli altri metalli preziosi, l’argento ed il platino sono in salita dello 0,4%. Il palladio è in salita dell’1,6% a 2.818,86 dollari, dopo aver toccato il massimo da metà luglio 2021 di 2.835,48 dollari. La Russia è il maggiore produttore di palladio e la Nornickel, con sede a Mosca, ha prodotto il 40% dell’intera produzione mondiale lo scorso anno.

 

 

Fonte:www.finanzialounge.com