Home Economia abrdn: costo materie prime ed energia in aumento dopo attacco all’Ucraina

abrdn: costo materie prime ed energia in aumento dopo attacco all’Ucraina

35

Edward Glossop, Emerging Market Economist di abrdn, ipotizza esiti diversi, che vanno dalla soluzione diplomatica alla guerra totale in Ucraina, ma prevede effetti a lungo termine e volatilità sui mercati

 

La crisi tra Russia e Ucraina sta precipitando con un grande grado di incertezza sugli sviluppi possibili. Una soluzione diplomatica è ancora possibile ma sta sfumando, mentre gli scenari di escalation militare sembrano sempre più realistici. Questo comporterebbe un’occupazione da parte della Russia di un territorio più ampio del Donbass e, seguendo il modello dell’invasione russa della Georgia nel 2008, comporterebbe un’invasione dell’Ucraina che potrebbe fermarsi prima di occupare l’intero paese e la capitale Kiev.

POSSIBILI ESITI DIPLOMATICI

Il grado di incertezza rimane molto alto, e Edward Glossop, Emerging Market Economist di abrdn, ha compilato una panoramica dell’intero spettro di possibili esiti. Una possibilità sempre più sfumata è che l’Occidente dia alla Russia rassicurazioni o garanzie sulla sua futura sfera d’influenza, il che ovviamente allenterebbe la tensione militare. Ma questo farebbe apparire l’Occidente debole e a creare un precedente pericoloso. Uno scenario intermedio è fatto di colloqui diplomatici che progrediscono, o in alternativa una escalation della guerra ibrida, con la Russia che intensifica l’uso di separatisti locali, cyber attacchi e guerra dell’informazione contro l’Ucraina.

 

 

Fonte:www.proiezionidiborsa.com