Home Economia AB: gli aumenti dei tassi non avranno lo stesso impatto su tutte...

AB: gli aumenti dei tassi non avranno lo stesso impatto su tutte le azioni

44

Gli esperti di AllianceBernstein credono che Fed e altre banche centrali cercheranno di limitare l’impatto e raccomandano di andare alla ricerca di aziende di qualità con cash flow stabili e solida generazione di utili

 

Da inizio anno incombono sui mercati cambiamenti imminenti delle condizioni monetarie. Un’evoluzione che rafforza l’importanza strategica di identificare aziende di qualità con chiari punti di forza per fronteggiare periodi insidiosi. A fronte di un’inflazione più forte del previsto, la Fed e altre banche centrali stanno abbandonando le politiche accomodanti, mentre le prospettive globali restano abbastanza incerte per i continui problemi causati dal COVID-19. Per adattarsi a questa situazione, gli investitori azionari dovrebbero iniziare col chiedersi perché i tassi d’interesse sono in aumento, e perché la risposta dovrebbe influenzare l’analisi fondamentale delle aziende. Una volta individuati i fattori alla base dei cambiamenti monetari, si potranno prendere decisioni migliori sulla selezione dei titoli e sul posizionamento di portafoglio.

Sono le indicazioni di Mark Phelps, Chief Investment Officer e Dev Chakrabarti, Portfolio Manager/Senior Research Analyst—Concentrated Global Growth di AllianceBernstein. Nella seconda metà del 2021 sembrava che la Fed fosse orientata a esercitare solo una “leggera pressione” sui freni, ma poi i continui colli di bottiglia dovuti al COVID-19 hanno alimentato la crescita dei prezzi al punto che l’inflazione attesa inizia a diventare persistente. Ora per le banche centrali si prospetta un periodo molto delicato, e gli investitori cominciano a temere che le autorità possano essere costrette ad attuare una stretta troppo aggressiva.

 

 

Fonte:www.benzinga.com