Home Cronaca AB: la correzione azionaria è temporanea e favorisce i titoli di qualità

AB: la correzione azionaria è temporanea e favorisce i titoli di qualità

42

AllianceBernstein spiega che la correzione può aprire la strada a una ripresa più equilibrata in cui si potranno distinguere imprese con business sostenibili e di alta qualità

 

Gli investitori azionari hanno avuto un inizio d’anno impegnativo, con i mercati trascinati al ribasso da una correzione partita dai titoli tecnologici, in particolare negli Usa. La correzione desta inquietudine, ma può spianare la strada a una ripresa più equilibrata, in cui si distinguono le imprese con business sostenibili e di alta qualità. È la valutazione di AllianceBernstein, in un commento firmato dall’Head of Equities Chris Hogbin, che osserva come flessioni brusche e improvvise siano abbastanza comuni e non hanno impedito all’indice S&P 500 di mettere a segno performance positive su base annua. Secondo Hogbin, è importante capire quali sono le cause dell’incertezza e come ci si può posizionare per cogliere al meglio il potenziale di ripresa, una volta passato il polverone.

TIMORI DI UN ERRORE DI POLITICA MONETARIA

L’esperto di AllianceBernstein spiega che l’incertezza, che era stata in parte prevista, non riguarda in effetti il numero di rialzi dei tassi della Fed in arrivo. Ma piuttosto, visto il complesso panorama macro di elevata inflazione e prospettive di crescita incerte, il fatto che gli investitori temono che la Fed e altre banche centrali non riescano a trovare il giusto equilibrio. In altre parole, eventuali passi falsi compiuti dalle autorità monetarie nella lotta all’inflazione potrebbero pregiudicare la crescita e spingere le economie in recessione. La capacità di azzeccare la formula politica determinerà se siamo diretti verso un rallentamento o una crescita sostenuta nel 2023, secondo Hogbin.

 

 

Fonte:www.financialounge.com