Home Primo piano Apple, titolo sopravvalutato o sottovalutato?

Apple, titolo sopravvalutato o sottovalutato?

61

Nell’ultimo anno le azioni Apple Inc hanno sovraperformato l’indice S&P 500, generando un rendimento annuale totale del 39,7%

 

Ma con una capitalizzazione di mercato di 2.900 miliardi di dollari, alcuni investitori si chiedono se sia rimasto del valore nelle azioni Apple.

Utili Il rapporto prezzo/utili (P/E) è uno degli indicatori fondamentali di base per calcolare il valore di un titolo azionario: più basso è il P/E, maggiore è il valore. Per fare un confronto, attualmente il P/E dell’S&P 500 è di circa 30 volte, quasi il doppio della sua media a lungo termine di 15,9.

Attualmente il P/E di Apple è di 32 volte, leggermente superiore alla media dell’S&P 500 nel suo complesso; inoltre, negli ultimi cinque anni il P/E di Apple è cresciuto del 126,9%, il che indica che la sua valutazione è diventata piuttosto eccessiva.

Crescita Guardando ai prossimi quattro trimestri, il rapporto P/E forward dell’S&P 500 sembra molto più ragionevole a sole 21,3 volte. Purtroppo il rapporto P/E forward di Apple, a quota 29, non rende il titolo sottovalutato al prezzo attuale; in effetti, il titolo sembra essere valutato equamente rispetto ai rivali del settore tecnologico, che al momento hanno un multiplo medio degli utili forward di 27,9 volte.

Comunque, quando si tratta di valutare un titolo, gli utili non sono tutto. Anche il tasso di crescita è fondamentale per le aziende che stanno costruendo rapidamente i propri profitti. Il rapporto prezzo/utili/crescita (PEG) è un buon modo per incorporare i tassi di crescita nel processo di valutazione: il PEG complessivo dell’S&P 500 è attualmente di circa 1; il PEG di Apple è a quota 2,04, il che suggerisce che il titolo Apple potrebbe essere sopravvalutato.

 

 

 

 

Fonte:www.euronews.com