Home Economia Powell, Congresso e Brexit: 5 fattori da seguire oggi sui mercati

Powell, Congresso e Brexit: 5 fattori da seguire oggi sui mercati

110

L’amministrazione Biden non è riuscita lunedì ad approvare le misure necessarie per estendere il tetto del debito nel Paese, il cui termine scade questa settimana. In giornata, interverranno ancora molti membri di Bce e Fed, mentre in Regno Unito le conseguenze cominciano a farsi sentire sull’economia reale

 

Questi sono i cinque fattori più importanti che gli investitori seguiranno sui mercati:

1. USA: problemi con il debito

Il Senato degli Stati Uniti non è riuscito ad approvazione il disegno legge sulla sospensione del tetto del debito federale, volto ad evitare l’arresto del governo federale, a causa del mancato sostegno in Aula da parte dei repubblicani.

Il cosiddetto “debt-ceiling”, che scade questa settimana, minaccia di destabilizzare l’economia statunitense, in quanto andrebbe a bloccare le attività dell’entità federali e i relativi compensi.

2. La Brexit inizia a farsi sentire

Il governo britannico ha messo in moto l’esercito per far fronte a una crisi della catena di approvvigionamento, che ha prosciugato i distributori di benzina portando una situazione di “panic-buying” trai consumatori.

La mobilitazione dell’esercito arriva in seguito ad una diffusa carenza di camionisti, che ha causato gravi problemi di approvvigionamento per rivenditori e ristoranti negli ultimi mesi, oltre a impedire che abbondanti riserve di carburante raggiungano le stazioni di servizio, riporta Reuters.

3. Powell, Lagarde e altri banchieri centrali

Anche questo martedì staremo attenti alle dichiarazioni di vari membri delle banche centrali. Dal lato Bce, parlano Christine Lagarde, Luis de Guindos, Fabio Panetta e Isabel Schnabel, mentre dagli Stati Uniti interverranno Jerome Powell, Michelle Bowman, Raphael Bostic e Charles Evans.

4. Borsa asiatica e americana

Segno contrastato sui principali indici asiatici. Il Nikkei è sceso dello 0,3%, l’Hang Seng di Hong Kong è aumentato dell’1,1% mentre lo Shanghai Composite è sceso dello 0,5%.

Stesso andamento per quanto riguarda Wall Street, con le chiusure di S&P 500 (-0,2%), NASDAQ Composite (-0,5%) e Dow Jones (0,2%).

5. Dati macro

Nell’agenda macroeconomica di questo martedì, spiccano l’indice Gfk sulla fiducia dei consumatori in Germania e la fiducia dei consumatori in Francia. Negli Stati Uniti, verranno rese note gli inventari all’ingrosso e l’indice Redbook delle vendite al dettaglio.

 

Fonte:www.investing.com