Home Finanza e Mercati Ad agosto possibili correzioni sui mercati da sfruttare come occasioni d’acquisto

Ad agosto possibili correzioni sui mercati da sfruttare come occasioni d’acquisto

56

Di solito è un mese tranquillo ma non sono mancate in passato le sorprese, come l’allarme per la curva dei tassi Usa nel 2019. Occhio ai dati, ai Treasury e alle parole in libertà di membri Fed

 

Lo schema di gioco tradizionale dei mercati prevede un agosto tranquillo con la gente in vacanza che ha venduto o comprato quello che doveva prima di partire, settembre e ottobre nervosi, anche perché non mancano i ricorsi storici di pesanti cadute di Wall Street, dal 1929 al 1987, e poi un bel rally di fine anno che serve anche per fare un po’ di window dressing sui risultati annuali delle gestioni. Ma diverse volte agosto ha fatto eccezione, in un senso o nell’altro. Nel lontano 1932 e poi ancora un anno dopo Wall Street celebrò ad agosto l’uscita dalla Grande Depressione che invece era appena iniziata. Nel 1982 e nell’84 invece giustamente festeggiò e poi confermò l’uscita dal tunnel della stagflazione grazie alla cura Reagan-Volker. Nel 2000 ad agosto il mercato pensava che quella di Internet cominciata a marzo-aprile fosse solo una “correzione” ormai rientrata, mentre il peggio dello sgonfiamento della bolla doveva arrivare. E infine l’anno scorso sempre agosto con un rialzo del 7% in un solo mese offrì un assaggio del mega rally che sarebbe partito a novembre e che dura tutt’ora, anche se poi tra settembre e ottobre qualche sbandata arrivò, e fu anche un’ottima occasione per entrare a sconto.

 

L’ABBAGLIO DELLA CURVA DEI TASSI NEL 2019

Agosto non è invece un mese di crolli storici come ottobre, ma ha riservato sorprese negative per fattori sostanzialmente estranei all’azionario, come lo sganciamento del dollaro dal gold standard deciso da Nixon proprio la sera di venerdì 13 agosto del 1971, o l’invasione a sorpresa del Kuwait tra il 2 e il 4 agosto del 1990 da parte di Saddam Hussein, che fece schizzare il petrolio e sbandare i mercati. Da non incorniciare nemmeno agosto del 2007, quando il collasso degli hedge fund di Bear Stearns fornì un assaggio non troppo capito di cosa sarebbe arrivato di lì a poco più di un anno. Non particolarmente positivo anche agosto del 2019, quando Wall Street andò giù di quasi il 2% per timori di recessione in arrivo segnalata secondo alcuni guru dall’inversione della curva dei tassi americani. In generale, il track record storico di agosto a Wall Street è leggermente negativo, ma sostanzialmente di solito è un mese di assestamento, salvo appunto sorprese.

 

Fonte:www.investing.com